Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

RISTORI ANCHE PER I LAVORATORI AUTONOMI. IL BANDO DI SVILUPPUMBRIA. CARLETTI: "SEGNALE POSITIVO MA BISOGNA FARE DI PIU'"
cdc
15.02.2021 -

 

Contributi per i lavoratori autonomi di Città di Castello. “Non è una misura risolutiva ma certamente compensativa dei mancati introiti per tanti lavoratori autonomi del territorio, un segnale di vicinanza e sostegno per questa categoria nell’attesa di interventi che accompagnino la ripresa a 360 gradi”: con queste parole l'Assessore al commercio, turismo e sviluppo economico del comune di Città di Castello Riccardo Carletti ricorda “alle varie categorie economiche cittadine, che si trovano in difficoltà a causa della crisi pandemica, che è stato promosso da Sviluppumbria e Arpalumbria, un bando per sostenere i lavoratori autonomi del territorio umbro tramite l’erogazione di un contributo una tantum di 1.500 euro, la cui attività di lavoro sia stata temporaneamente sospesa o ridotta a seguito di DPCM o Ordinanze del Presidente della Giunta Regionale emanate al fine di contrastare l’emergenza epidemiologica da SARS COVID-19”.  Nello specifico l'avviso prevede l’erogazione di una indennità una tantum a fondo perduto pari a € 1.500,00 a favore dei destinatari finali dell’intervento. Possono accedere all’indennità le persone fisiche che, alla data di presentazione della domanda siano residenti in Umbria sia alla data del 01.10.2020 che alla data di presentazione della domanda; non siano titolari di alcun trattamento pensionistico di anzianità o di vecchiaia; non siano titolari di alcun rapporto di lavoro subordinato, ad eccezione di eventuali contratti a chiamata, e di non rientrare in alcun caso tra i destinatari dei trattamenti previsti per i lavoratori alle dipendenze agli artt 19-22 quinquies del DL 18/2020 e smi; non siano percettori di reddito o pensione di cittadinanza, reddito di emergenza, NASPI o altre forme di assistenza previste dalla normativa, fatta eccezione di altre forme previste a seguito dell’emergenza epidemiologica da SARS COVID-19; abbiano dovuto sospendere nel corso del 2020 la propria attività in quanto non rientrante tra quelle individuate come essenziali dal DPCM 11.03.2020 così come integrato dal DPCM 22.03.2020 ovvero abbiano comunque dovuto ridurre l’orario o i giorni di apertura a seguito dei DPCM e/o delle ordinanze del Presidente della Regione per contrastare gli effetti dell’epidemia SARS COVID 19; abbiano una attestazione ISEE ORDINARIO in corso di validità; abbiano le posizioni previdenziali ed assistenziali richieste attive alla data del 01.10.2020 e a quella di presentazione della domanda; rientrino in una delle tipologie di lavoro di seguito indicate nel bando (Tipologia 1, Tipologia 2A, Tipologia 2B, Tipologia 2C, Tipologia 3).

Si precisa che il destinatario finale può, in ogni caso, presentare una sola istanza e potrà essere assegnatario di un solo contributo. La domanda dovrà essere presentata dal destinatario finale di cui all’articolo 5, utilizzando esclusivamente il servizio on line raggiungibile all’indirizzo https://servizidigitali.arpalumbria.it/ con accesso mediante la propria identità digitale SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale con credenziali di secondo livello. La scadenza entro cui far pervenire la domanda è il 5 marzo 2021 ore 14:00. Il sito da cui può essere scaricato il bando completo è: ARPALUMBRIA.IT

 


Condividi