Home Page » Documentazione » Notizie dal Comune » lettura Notizie e Comunicati

Notizie dal Comune

UNA FERRARI IN PINACOTECA PER I 500 ANNI DI RAFFAELLO: LA RIVISTA UFFICIALE DELLA FERRARI PUBBLICA SULLA RIVISTA UFFICIALE E SULL'HOME DEL SITO LA F8SPIDER GIALLA NEL GIARDINO ALL'ITALIANA
ferr
13.10.2020 -

 

       

Con Raffaello e la Pinacoteca, Città di Castello sulla rivista ufficiale della Ferrari. Sull’Home del sito, https://magazine.ferrari.com/it/, il giardino della Pinacoteca scelta come immagine guida del reportage sul Cinquecentenario.

La prestigiosa rivista (consultant editor, Gianemilio Mazzoleni) con una tiratura di 30mila copie, viene inviata per posta ad ogni proprietario di Ferrari. Nel numero in uscita contiene un servizio dello scrittore e giornalista Enrico del Buono dedicato al Cinquecentenario di Raffaello, corredato dalle immagini che il fotografo Giuliano Koren ha scattato lungo l’itinerario tra Urbino e Perugia, alla ricerca delle opere e delle città in cui Raffaello ha lasciato le sue maggiori attestazioni. L’immagine della Ferrari, F8 Spider, giallo sgargiante, nel giardino rinascimentale della Pinacoteca, scattata questa estate, è stata scelta per la rivista e come immagine - guida del servizio sull’Home page del sito del magazine. “La foto è bellissima” commenta il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta, insieme all’assessore alla Cultura Vincenzo Tofanelli e all’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti, sfogliando la rivista: “Per la risonanza e la diffusione della rivista si tratta di una grande occasione di promozione per la città e le sue eccellenze artistiche, soprattutto in vista della mostra su Raffaello della primavera 2021. Ringrazio il direttore del magazine che ha puntato l’obiettivo su bellezze così vicine a noi, che spesso corriamo il rischio di non vederle. Come ho avuto già modo di dire, il genio di Raffaello e l’estro creativo della Ferrari per una volta insieme esaltano l’immagine dell’Italia con orgoglio e senso di appartenenza”. Nel luglio scorso una delegazione di The Official Ferrari Magazine aveva visitato Città di Castello e realizzato un servizio fotografico e video (a terra e con drone) nel corso del quale era stata scattata anche la foto che si è guadagnata la pagina centrale della rivista e la prima pagina del sito, grazie alle perfette geometrie del giardino all’italiana che si stende davanti alla facciata della Pinacoteca, realizzata dal Doceno su disegno di Nicolò Vasari. Il giardino all'italiana di Palazzo Vitelli alla Cannoniera anticamente era famoso in tutta Europa per la presenza di essenze rare ed esotiche.

La presenza di questo spazio verde compreso entro le mura di cinta del palazzo rispecchia il gusto del tempo in cui gli spazi erano caratterizzati da una precisa suddivisione geometrica. Al centro di ogni grande riquadro vi è una pianta di tasso. L'utilizzo di piante sempreverdi permette di avere un giardino sempre uguale in ogni stagione. La mostra del Cinquecentenario. “Raffaello giovane e il suo sguardo” è il titolo della mostra, unica in Umbria finanziata ed inserita nel calendario nazionale del Cinquecentenario della morte del grande artista del Rinascimento italiano, in programma alla Pinacoteca di Città di Castello nella primavera 2021.  L’esposizione è curata dalle prof.sse Marica Mercalli e Laura Teza. A Città di Castello l’artista mosse infatti i primi passi come maestro autonomo, realizzando tra 1500 e 1504 a Città di Castello quattro opere quali l’Incoronazione di San Nicola da Tolentino (per la Chiesa di Sant’Agostino), il Gonfalone della Santissima Trinità (per l’omonima Confraternita), la Crocifissione Gavari per Domenico Gavari (nella Chiesa di San Domenico) e lo Sposalizio della Vergine per la Cappella Albizzini di San Giuseppe nella Chiesa di San Francesco. In occasione della mostra, il Gonfalone della Santissima Trinità (unica opera di Raffaello rimasta oggi a Città di Castello) per la prima volta sarà visitabile nella stessa sala del Martirio di San Sebastiano di Luca Signorelli che per l’occasione muterà la sua collocazione originaria per questo inedito e suggestivo vis-a-vis.

The Official Ferrari Magazine, nato nel 2008, è una rivista dedicata agli appassionati del marchio e alla sua eccellenza, fatta di tecnologia, performance, lifestyle, design, cultura, arte, italianità e stile. Sono tre le uscite annuali dell’edizione cartacea del magazine, alle quali si aggiunge l’esclusivo Annuario di fine stagione ispirato alla mitica pubblicazione voluta sin dagli anni Cinquanta da Enzo Ferrari per raccontare tutte le attività di cui le vetture di Maranello sono state protagoniste, sia in pista che su strada. A questo si aggiunge il sito web dedicato - magazine.ferrari.com - raggiungibile partendo dal sito ferrari.com e dalla app (disponibile su Ios e Android).

CDCNOT/20/10/09/COMINLINEA/400/SSC

 

 

 

 

 

 

 

Anno XXXVIII n.396 Venerdì 9 Ottobre 2020

 

 

PRODOTTI A CHILOMETRI ZERO. PRESENTATO IL BANDO CHE PROMUOVE LE ECCELLENZE AGROALIMENTARI E ZOOTECNICHE DELLA FILIERA CORTA NELL’AMBITO DEL GAL ALTA UMBRIA

 

Prodotti a chilometro zero: Città di Castello e Pietralunga insieme al Centro di formazione G.O. Bufalini per la promozione delle filiere locali nel bando del GAL Alta Umbria, finanziato dalla Regione, “Alta Umbria Food” con circa 900mila euro

 

Alleanza in nome delle eccellenze agroalimentari tra Città di Castello e Pietralunga: i due comuni hanno presentato questa mattina, venerdì 9 ottobre 2020, agli operatori le opportunità del bando del GAL Alta Umbria, finanziato dalla Regione Umbria, sulla promozione a raggio locale per lo sviluppo delle filiere corte e dei mercati locali. Presenti presso l’Officina della Lana del Centro di Formazione G.O. Bufalini di Città di Castello, che sarà il braccio operativo e gestionale del progetto, l’assessore al Turismo e Commercio di Città di Castello Riccardo Carletti e il sindaco di Pietralunga Mirko Ceci, che condividono già un’esperienza nell’Associazione Città del Tartufo per la valorizzazione di questa eccellenza. Il bando invita gli operatori locali ad aderire con le loro produzioni agricole o zootecniche, trasformate o derivate, a costituirsi in filiera o ad unirsi in una rete distributiva a chilometro zero. Le risorse disponibili ammontano ad euro 890.000 e la percentuale di contribuzione è elevatissima, addirittura fino al 100% per progetti presentati da partenariati pubblico-privati”.

 “Il Tartufo ci ha insegnato che la terra, intesa come ambiente una grande risorsa per lo sviluppo sostenibile” ha detto l’assessore al Turismo e Commercio di Città di Castello Riccardo Carletti “Noi abbiamo il tartufo ma anche tanti altri prodotti locali sia agroalimentari che dalla zootecnia su cui puntare per promuovere un’immagine complessiva di territorio dove l’arte e l’ambiente disegnano lo skyline ma anche la qualità della vita. Inoltre le potenzialità del nostro tessuto economico sono grandi e con questo bando cerchiamo di liberarle, attraverso l’acquisto e la valorizzazione in iniziative esterne dei prodotti e l’incontro con la grande distribuzione”. Anche per il sindaco di Pietralunga Mirko Ceci “l’ambiente sarà il volano dello sviluppo futuro nelle sue determinazioni in campo economico, del terziario e del turismo. Dal nostro punto di vista e alla vigilia della Mostra annuale, svolgerà un ruolo importante il progetto di Tuber Turismo, per un turismo cioè incentrato su questa eccellenza conosciuta a livello globale e sulle strade che apre a livello di incoming, animazione, prodotti trasformati. Grazie a questo bando le nostre manifestazioni saranno una vetrina e per questo invitiamo gli operatori a partecipare”.

Come ha spiegato il direttore del GAL Matteo Montanari, “L’obbiettivo del bando è sostenere progetti di promo-commercializzazione dei prodotti agroalimentari locali attraverso iniziative di marketing da sviluppare in circuiti territoriali brevi (non oltre i 70 km dall’area di produzione). Favorire l’incontro tra la domanda locale e le produzioni tipiche dell’area significherebbe infatti un passo in avanti notevole per le imprese agricole che potrebbero beneficiare di un incremento reddituale a discapito di prodotti agroalimentari provenienti da altri territori e, spesso e volentieri, di qualità inferiore rispetto a quelli locali. I beneficiari del bando sono le aziende agricole del territorio dell’Alta Umbria in associazione (raggruppamento di imprese) oppure in partenariato con Enti pubblici. Le iniziative di promo-commercializzazione potranno essere sviluppate attraverso manifestazioni, degustazioni, accordi con il settore Horeca e soprattutto con la grande distribuzione. I prodotti agroalimentari oggetto delle degustazioni saranno interamente rimborsati alle imprese partecipanti che potranno inoltre disporre di un cospicuo budget per la realizzazione dell’iniziativa promozionale”.

Alla presentazione è intervenuto il presidente del Centro di formazione Bufalini Marco Menichetti sottolineando come “anche con il passaggio ad ASP, azienda di servizi alla persona, la scuola stia approfondendo la collaborazione con gli enti pubblici, sostenendoli nella progettazione. Anche in questo caso siamo felici di partecipare per la parte di consulenza, supporto e gestione”.

L’avviso e gli allegati sono disponibili nella sezione “Bandi” del sito www.galaltaumbria.it. Per chiarimenti sul bando o notizie sulle attività del GAL è possibile contattare gli uffici del GAL Alta Umbria presso la sede di Gubbio o Città di Castello. email a info@galaltaumbria.it

 


Condividi

Eventi correlati